Cosa sono le 5S

Le 5S. Esaminiamo uno degli strumenti Lean più importanti e come viene distribuito nelle organizzazioni.

Cosa sono le 5S

Lean Thinking – Esaminiamo uno degli strumenti Lean più importanti e come viene distribuito nelle organizzazioni.



Secondo il Lean Lexicon , le 5S sono “cinque termini correlati, che iniziano con un suono S, che descrivono le pratiche sul posto di lavoro che favoriscono il controllo visivo e la produzione snella”.

In giapponese, queste cinque parole sono:

  1. Seiri: separa il necessario dagli oggetti non necessari – che si tratti di strumenti, materiali o documenti – ed elimina il superfluo.
  2. Seiton: organizza ordinatamente ciò che resta: trovare un posto per tutto e mettere tutto al suo posto.
  3. Seiso: pulisci l’area di lavoro, le attrezzature e gli strumenti.
  4. Seiketsu: standardizza le attività regolari delle prime tre S.
  5. Shitsuke: diffondi e sostieni le prime quattro S.

È interessante notare che Toyota tradizionalmente si riferisce a sole quattro S, perché l’idea di Shitsuke è resa superflua dal sistema di audit giornalieri, settimanali e mensili della società per controllare il lavoro standardizzato.

Il Lexicon ci ricorda anche questo: “Sia che vengano utilizzate quattro, cinque o sei S, il punto chiave da ricordare è che lo sforzo è sistematico e organico per appoggiare la produzione, non un programma autonomo” imbullonato “.

 

5S

Una rappresentazione visiva di 5S


INIZIA CON LE 5S

L’applicazione delle 5S è spesso il primo passo in una trasformazione snella. Questo perché l’idea alla base è semplice da capire e la sua applicazione porta risultati immediatamente visibili. Aiutando le persone ad iniziare la trasformazione del loro modo di pensare e dando loro la possibilità di organizzare il loro posto di lavoro (e quindi il loro lavoro) in un modo diverso, le 5S possono essere un potente catalizzatore in un percorso lean. Durante una conferenza lean in Tunisia, Norman Faull del Lean Institute Africa ci ha recentemente raccontato come le 5S siano state utilizzate da molte aziende del continente per introdurre una cultura kaizen .

Il fatto che le 5S siano un buon primo passo, non significa che sia facile o che puoi semplicemente dimenticartene dopo la prima implementazione. Come ogni cosa nel lean, sostenere gli sforzi 5S richiede impegno. In un’importante rubrica di Yokoten, Jim Womack scrive: “Supponiamo che un’ organizzazione stia implementando le 5S per le giuste ragioni e nei modi giusti per migliorare il proprio lavoro. Sembra essere facile una volta che il lavoro è stato svolto correttamente. Basta ordinare, organizzare, pulire standardizzare e sostenere il processo! Ma la parte del sostenere è in realtà molto difficile. Nella mia esperienza, ho spesso osservato i resti delle implementazioni 5S (ad esempio, il nastro blu sbrindellato attorno allo spazio rimasto vuoto in cui gli strumenti o le forniture erano precedentemente posizionate) è evidente che le 5s hanno un andamento diverso, con benefici che possono sparire in due modalità: o vengono pian piano sommerse, oppure spariscono d’un colpo”.


LE 5S NEL LEAN

L’importanza delle 5S in una trasformazione snella non può non essere sottolineata abbastanza. In effetti, in un articolo, Michael Balléautore Lean, executive coach e co-fondatore dell’Institut Lean France, è arrivato al punto di elencare la mancanza di sforzi 5S come uno dei peccati cardinali che ostacolano la nostra capacità di fare kaizen nel gemba. Michael scrive: “Il punto delle 5S è che le persone imparano, attraverso la pratica regolare delle cinque S, a creare il tipo di ambiente di lavoro in cui il lavoro standardizzato è facile da seguire. […] Senza le 5S, è improbabile che i kaizen decollino perché le persone non proveranno a possedere il proprio spazio di lavoro o a migliorarlo ”.

È interessante vedere, come per altri strumenti Lean, le 5S siano più importanti nei principi sottostanti che rappresenta piuttosto che per la pratica di mantenere pulito e ordinato il posto di lavoro che ci insegna. In questo senso, 5S facilita la standardizzazione e autorizza le persone a possedere la risoluzione dei problemi sul posto di lavoro.

Pensare che le 5S riguardino solo la pulizia e l’organizzazione di alcuni scaffali è molto limitante. Allo stesso modo, non bisogna commettere l’errore di esagerare con le 5S. Gli strumenti Lean spesso significano cose diverse per persone diverse e le 5S non fanno eccezione. Questo è il motivo per cui è fondamentale garantire che l’applicazione delle 5S siano davvero vantaggiose per l’operatore.

I vantaggi delle 5S sono diversi, ma non sono sempre evidenti (lean è un sistema olistico e i suoi effetti positivi sono generalmente percepiti in tutta l’azienda): Tokheim stesso, per esempio, ci insegna come la pratica delle 5S abbiano avuto un impatto positivo per il miglioramento delle prestazioni ambientali dell’azienda.


GUARDA IL VIDEO

 

I nostri articoli mirano a contribuire alla diffusione dei concetti Lean. Crediamo che il pensiero snello e la pratica possano aiutare a “fare sempre meglio”.

 

Per ulteriori informazioni contattaci cliccando qui oppure scrivici a: info@istitutolean.it

Se vuoi leggere ulteriori articoli di approfondimento sulle tematiche lean e rimanere aggiornato sulle attività dell’Istituto Lean Management  iscriviti alla nostra Newsletter compilando il modulo qui sotto.

 

Articolo precedente
La rinascita della strategia
Articolo successivo
Lean Marketing: l’evoluzione necessaria

Post correlati

Menu